Questo sito usa cookie tecnici e analitici e, con il suo consenso, cookie di terze parti, per fornirle una esperienza migliore. Per avere maggiori informazioni su come disabilitare i cookie o negare il consenso, legga la nostra Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo link presterà il consenso alla installazione dei cookie Clicca qui per saperne di più.

Riforma costituzionale

Il superamento del bicameralismo perfetto è passo fondamentale e improcrastinabile per una Repubblica parlamentare. Previsto solo il voto di fiducia alla Camera

Tesi favorevole

PRO\VERSI

La riforma costituzionale avrebbe superato il sistema istituzionale attuale basato su un bicameralismo perfetto. Essa prevedeva alcuni significativi cambiamenti, tesi ad una differenziazione di ruoli e posizioni tra le due Camere. Fiducia al governo da parte di una sola Camera, velocizzazione del procedimento legislativo e semplificazione sono solo alcune delle conseguenze che avrebbe portato il disegno di legge Boschi. Si sarebbe andati verso un bicameralismo imperfetto, con il Senato che avrebbe rappresentato le autonomie regionali e avrebbe partecipato solo marginalmente all’iter per l’approvazione delle leggi.


Loading…